Note sulla corretta applicazione dei sealer protettivi per microcemento.

Proteggere a lungo i rivestimenti Ecobeton. Parte 2

Sappiamo quanto sia fondamentale l’applicazione di resine trasparenti protettive sui rivestimenti in microcemento, per garantirne la totale impermeabilità anche in spazi bagnati come le docce, i bagni, i piani della cucina. Vediamo quali sono le caratteristiche fondamentali per scegliere e applicare il protettivo corretto.

Nota: Se non l’hai già fatto, ti consigliamo di leggere questo articolo introduttivo: Qual'è il protettivo migliore per microcemento?



Compatibilità e affinità con il microcemento.

Non tutti i sealer studiati per il calcestruzzo vanno bene per il nostro rivestimento cementizio, o per meglio dire, sono compatibili con un microcemento che in parte è ancora fresco. Se potessimo aspettare la maturazione completa del rivestimento, allora il ventaglio di possibilità offerte dal mercato sarebbe sicuramente più ampio; tuttavia come spesso accade occorre applicare il protettivo il prima possibile, in un contesto dove il pH del microcemento è ancora molto alto ed è presente dell’umidità residua. In questi casi le resine poliuretaniche sono poco indicate, soffrono del contatto con il cemento fresco reticolando in modo meno efficace. Una soluzione è quella di iniziare con una resina acrilica, come nel caso del sistema Cerbero.

Prima dell’applicazione.

Dopo l’ultima mano di microcemento si esegue una carteggiatura con la monospazzola per lisciare il rivestimento e per esaltare le spatolate, tipiche di questa lavorazione. E’ necessario in seguito eseguire una aspirazione del fondo estremamente accurata: succede frequentemente infatti che qualche granellino di polvere rimanga sul pavimento. Dopo aver applicato la resina trasparente, è possibile che questi granellini di polvere con il tempo e con l’usura si stacchino dal fondo, lasciando un forellino che risulterà evidente alla prima bagnatura del pavimento. Nel caso ti fosse successo, esiste un facile rimedio: MICROMED+

Ecobeton | Pulire la superficie prima di applicare protettivo

Assicurarsi di aver pulito perfettamente la superficie prima di procedere con l'applicazione del protettivo.

Durante l’applicazione.

Negli istanti prima di essere protetto con il sealer, il nostro spatolato cementizio si trova in una situazione di grande pericolo. Basta una goccia di sudore che cada sul pavimento non ancora trattato per vanificare lo sforzo di giorni. Assicuratevi di essere quindi vestiti adeguatamente, e di non perdere capelli o peli che una volta inglobati nella resina trasparente non sarete più in grado di rimuovere facilmente. Se dovete interrompere il trattamento di protezione per qualunque motivo, stendete un nastro carta che delimiti nettamente il punto in cui siete arrivati, preferibilmente in corrispondenza di una soglia.

Ecobeton | Precauzioni per stesura protettivo

Evitare di far cadere peli, capelli o altro durante la stesura del protettivo.

Metodi di applicazione.

Se scegliete si stendere il prodotto a rullo, vi consigliamo un rullo in microfibra da almeno 8 mm. I rulli a pelo corto che spesso si utilizzano con smalti e resine sono da evitare perché tendono a far asciugare troppo rapidamente il prodotto a contatto col microcemento con il rischio conseguente di lasciare traccia delle rullate. 

In fase di stesura incrociate sempre le applicazioni (es. prima mano direzione nord-sud e seconda mano direzione est-ovest), in questo avrete la sicurezza che il prodotto sia steso in maniera uniforme.

Ecobeton | Rullo in microfibra

Si consiglia di usare un rullo in microfibra da almeno 8 millimetri.

Piedini di gomma.

Anche se alcuni sealer permettono un moderato traffico pedonale già dopo poche ore, è bene tenere in considerazione che ci vuole sempre qualche giorno perché avvenga la reticolazione completa delle resine.

Un nemico particolarmente subdolo del nostro strato protettivo è rappresentato dai piedini di gomma che possono esserci sotto sedie, tavoli e mobili del nostro cliente. Alcuni tipi di gomma tendono con il tempo e con il calore a rilasciare delle componenti, che si aggrappano tenacemente allo strato di sealer. La conseguenza è che la prima volta che si sposta il tavolo dopo lungo tempo, questi piedini strapperanno lo strato corticale del rivestimento lasciando il segno. Consigliate sempre ai vostri clienti l’uso di feltrini, molto più sicuri.

Ecobeton | Rullo in microfibra

Usare feltrini sotto alle sedie assicura una durata maggiore del rivestimento cementizio.


Ecobeton | Rullo in microfibra

Il sitema protettivo Cerbero by Ecobeton.


Hai ancora qualche dubbio? Contatta il nostro servizio tecnico.